CHI SONO I VOLONTARI DELLA GIOIA

Il volontario di Mister Sorriso può essere un pensionato, uno studente, una casalinga o un impiegato. Può chiamarsi Francesco, Alessandra, Carla o Pasquale. Può essere cristiano, ateo, buddhista o musulmano. Poco importa: una volta indossato il naso rosso ed il camice colorato, Francesco, Alessandra, Carla e Pasquale diventano Cuore Matto, Cinderella, Kiss e Paki ed in ciascuno di loro si rianima quello spirito fanciullesco in grado di mettere in contatto il clown con il mondo di chi, meno fortunato, è ricoverato in un ospedale o in altri centri di assistenza.

Sapere di essere malati o che, chi ci sta più a cuore non sta bene, è sempre un duro colpo, ma a volte non serve molto per donare momenti di serenità ed aiutare a sperare. Basta un sorriso o una parola dolce; stringere la mano dell’altro ed ascoltarlo, o semplicemente lasciare che sia lo sguardo a parlare. Tutto il resto viene da sé e questo i volontari della gioia di Mister Sorriso lo sanno bene. Indossare, giorno dopo giorno, un camice colorato e il naso rosso non significa solo “fare il pagliaccio”, ma entrare, in punta di piedi, nel cuore di chi ha solamente bisogno di non sentirsi solo.

Decidere di diventare un volontario della gioia, quindi, non può che essere il frutto di una scelta ben ponderata e fatta con il cuore, perché uscire di casa la domenica pomeriggio, qualche volta mettendo da parte gli impegni con famiglia ed amici, significa esser pronti a dedicare il proprio tempo al fianco di chi sta lottando contro qualcosa di più grande di loro.

Attraverso una speciale operazione di “fusione” tra sensibilità, immaginazione e realtà, il volontario di Mister Sorriso entra in contatto con pazienti di tutte le età: bambini, giovani, adulti e anziani, spesso alle prese con una gamba rotta, ma altrettanto spesso, purtroppo, anche con qualcosa di più grave…

Ciò nonostante, la vera forza del volontario proviene proprio dai pazienti. Una delle nostre volontarie tempo fa scriveva: Mi sorprendono ogni volta. Continuo ad aspettarmi, soprattutto quando sono giovani (troppo giovani), di trovarli arrabbiati per una malattia che fa paura... porca miseria, se fa paura...soprattutto qui. E continuo ad aspettarmi (perché ne sarebbero assolutamente legittimati) che siano incavolati con noi, che arriviamo con i camici colorati, quasi a stridere con il loro dolore, come unghie su una lavagna. E invece no. Ti aspettano. Ti trattengono. Sorridono. E ti fanno ridere...si raccontano. Giocano con te in un'illusione generale che dura pochi minuti, ma forse non si esaurisce in quei pochi minuti. Loro sono, ogni volta, una lezione di vita”.

Essere un volontario della gioia di Mister Sorriso, quindi, è questo: indossare un naso rosso che consenta al clown che è dentro di noi di uscire allo scoperto; ma allo stesso tempo, far sì che, giorno dopo giorno, quello stesso naso rosso diventi sempre più parte di noi.

MISTER SORRISO - VOLONTARI DELLA GIOIA 

Organizzazione di Volontariato ETS

Sede Legale: Via Salvo d'Acquisto, 20/A - 74121 TARANTO (Italia)

Tel. +328.4536552 - info@mistersorriso.it 

 C.F. 90150760735 

Associazione autorizzata con delibera n°1327 del 28/05/2019 approvata dall'Azienda Sanitaria Locale di Taranto 

  • Facebook - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • Instagram - Black Circle
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now